Ma tu l’hai fatto il baby shower?

Sono veramente indietro. Io ero rimasta alle feste organizzate dopo la nascita di un bambino e per il bambino, tipo un banale battesimo o compleanno.
Poi ho visto una puntata di Sex and the city, in cui Charlotte organizza a Miranda, in dolce attesa, una festa per la futura nascita del bambino. Una festa di buon augurio, una festa di addio al pancione, una festa per celebrare l’imminente passaggio al ruolo di mamma…un Baby Shower, insomma.
Nel telefilm, Miranda non era esattamente entusiasta all’idea, sia perché la più cinica e apparentemente meno materna del gruppo, sia perché non tutti i regali delle invitate erano di suo gradimento…per forza! non aveva fatto la lista nascita! o forse l’aveva fatta Charlotte per lei…
Sì, perché uno dei divertimenti del baby shower è la “pioggia” di regali (da shower, doccia in inglese), che ricopre la futura mamma. Meglio, quindi, che si tratti di cose di suo gusto e utili per i primi mesi con il bimbo al seguito. A questo serve la lista nascita, che ormai molti negozi di articoli per bambini propongono anche da noi. In Italia, intendo. Perché il baby shower è un’usanza squisitamente americana, che abbiamo importato volentieri, per avere l’occasione di fare festa una volta di più :-).
Voi ci siete mai state a un baby shower? o l’avete mai organizzato?
Di solito si svolge al settimo, ottavo mese dell’attesa, quando la futura mamma è a casa dal lavoro e ha più tempo per pensare a ciò che l’aspetta. La tradizione americana vuole che siano le amiche, o parenti, o colleghe, che organizzino la festa, e questa a mio parere è un’ottima idea…Io sceglierei un’amica fidatissima, che conosce bene i miei gusti, e le darei giusto qualche indicazione essenziale da seguire. Poi…sorpresa!
Poi immagino ci siano future mamme super organizzate e precise, che amano occuparsi di tutto e che desiderano allestire la festa in prima persona…vi ammiro un sacco! E, vi prego, infondetemi se potete qualcuna delle vostre qualità!
Sempre secondo la tradizione, il baby shower è un party per sole donne, in cui la vera festeggiata è la futura mamma, ma leggo su Wikipedia che ultimamente si può organizzare la festa per entrambi i genitori, o addirittura per i soli papà, evidentemente invidiosi di questo momento speciale tutto per noi 😉
Se in America è un’usanza consolidata, da noi per ora spopola tra le donne di spettacolo, ma presumo non ci vorrà molto perché diventi una piacevole consuetudine anche per le future mamme italiche.
E poi ce n’è davvero per tutti i gusti. Sono nate agenzie che organizzano baby shower personalizzati dalla A alla Z ( dai un’occhiata a www.babyshoweritaly.com), per tutti gli stili e, mi auguro, per tutte le tasche 🙂
La festa, infatti, dovrà seguire un tema preciso. Dai tradizionali party in rosa, azzurro o giallo – se non si conosce il sesso del nascituro – si passa a quelli per le mamme green, sensibili ai temi ecologici, per quelle fashion, per quelle Hi tech, quelle stile Hollywood, le romanticone… e chi più ne ha più ne metta.
Qualinque sia il tema scelto, pare che in un baby shower non possa mancare la diaper cake, la torta di pannolini, un’idea che definirei geniale: una torta a uno o più piani, simile a quelle classiche da matrimonio, fatta di pannolini e ripiena di cose utili per l’accudimento del neonato, come ciucci, biberon, body, cremine varie, sonaglini e così via.
Io, che non sono molto il tipo da lavoretti manuali, quasi quasi prometto di farne una per la prossima cara amica che avrà un bambino, baby shower o meno. (!!!) Se volete sapere come si fanno, date un’occhiata a questo post di CioccoMamma 😉
Nei baby shower ci sono anche le torte vere, però. Le più gettonate sono quelle in stile cake design, colorate e decorate, delle vere opere d’arte, insomma, anche queste personalizzabili secondo lo stile della mamma: a forma di biberon, borsa Louis Vuitton, tablet o giostra con i cavalli…o quello che suggerisce la fantasia.
In tutta Italia si organizzano anche dei corsi per imparare le tecniche dei cake designer, e se sei già una buona pasticcera potresti pensarci non credi? Puoi andare su www.cakemania.it o www.silovoglioevents.it .
Ad ogni modo, a me questo baby shower piace. Penso che sia un modo davvero carino di festeggiare e coccolare la futura mamma, prima che la sua vita cambi per sempre 🙂 E poi, probabilmente sarà l’ultima festa a cui potrà partecipare in totale relax!!!! Vi sembra poco?
Se avrò un altro bambino, giuro che su questo baby shower ci faccio un pensierino 😉
A presto,
Adele

Commenti

commenti

2 pensieri su “Ma tu l’hai fatto il baby shower?

  1. Ale78

    Ciao Adele, complimenti per l’articolo e grazie di aver citato la babyshoweritaly. Noi offriamo, oltre all’organizzazione del party, anche la possibilità di acquistare solo tutto l’occorrente per peronalizzarlo e per far sì che sia davvero un baby shower party e nn un party qualunque. Riusciamo a soddisfare tutte le tasche e a raggiungere le future e neo mamme ovunque! Grazie e a presto!
    Alessia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *