“La mia mamma sta con me”

Mi sono immersa nella lettura di questo libro e, dopo solo qualche ora, sono riaffiorata in superficie più che soddisfatta. Sto parlando di “La mia mamma sta con me” di Claudia Porta, l’autrice del blog La casa nella prateria. Se ancora non l’avete scovato vi consiglio di visitarlo, perché è un luogo fresco e rilassante, fatto di pensieri profondi e di tanta leggerezza nello stesso tempo.
 
Claudia vive in Provenza ed è una donna intraprendente, che dopo la nascita del primo figlio ha saputo reinventarsi impiegando le sue competenze, le sue passioni e i suoi talenti. Perseveranza e impegno l’hanno premiata.
 
Un percorso come questo è alla portata di tutti. Bisogna solo trovare la propria idea, la propria strada, il proprio problema da risolvere.
 
Questo percorso Claudia lo racconta con grande semplicità e umiltà, con lo scopo di aiutare altre donne che, per desiderio o necessità, vorrebbero percorrere nuove strade, recuperando le proprie vere, più profonde aspirazioni, e riuscendo anche a gestire la famiglia e stare vicino ai figli. 
 
In pratica, inventarsi un’attività indipendente che permetta di lavorare da casa. Un sogno per molte donne.
 
Il sottotitolo recita ” Conciliare famiglia e lavoro grazie a Internet”, perché è proprio in rete che Claudia Porta ha creato e sviluppato la propria attività, partendo – pensa un po’ – da un blog scritto per aggiornare amici e parenti lontani sulla propria vita in Francia.
 
Gli aspetti che più mi hanno colpito di questo libro sono il messaggio positivo e l’approccio pratico.
 
“Ogni esperienza, per quanto difficile, può nascondere nuove, meravigliose opportunità. Basta cercare l’ispirazione nella nostra vita di tutti i giorni.
Se siete stanche, frustrate, scoraggiate e tutto questo vi sembra un sogno irrealizzabile, sappiate che ci sono passata anch’io. E che a volte basta solo guardare le cose da un’angolazione diversa per uscire dal circolo vizioso della depressione.”
 
Senza dubbio ci vuole coraggio, e Claudia può darti spunti per trovarlo e incanalarlo verso la realizzazione di una nuova attività che ti permetta di realizzarti come donna, di contribuire al bilancio famigliare e di stare vicino ai tuoi bambini.
 
Dopo tutto,
 
“Se il vostro lavoro è solo un modo come un altro per guadagnarvi da vivere, o addirittura un fardello, è il caso di valutare la possibilità di un cambio di rotta. Roba da matti? Può darsi, ma se non ci credete voi, chi volete che ci creda?”
 
Il libro è ricco di consigli pratici su come avviare un’attività, organizzare la giornata, il lavoro, come definire gli obiettivi e il proprio Target, come redigere un Business Plan, sfruttare il Web per far fiorire la nuova attività, gestire un blog e farsi conoscere.
 
La cosa più importante, per cominciare, è l’organizzazione.”
 
Se hai voglia o necessità di cambiare e hai una buona idea, ma non sai deciderti a realizzarla o non sai bene da dove partire, “La mia mamma sta con me” può darti la motivazione di cui hai bisogno e molte informazioni pratiche per iniziare.
 
Infine, ricordati che per trovare la propria strada è necessario mettere in moto la creatività, quel dono speciale che tutti possiamo ritrovare nella nostra “parte bambina”.
 
Mi ha colpito molto e mi ha ispirato il modo in cui ne parla Claudia:
 
“La creatività è come un muscolo: va stimolata, incoraggiata e nutrita. Circondatevi di cose belle, prestate attenzione alle meraviglie che vi circondano. Date voce alle vostre passioni ed esercitatevi, esercitatevi, esercitatevi. Non aspettate di essere pronte per il vostro grande capolavoro. Iniziate subito. Scrivete, disegnate, scarabocchiate. Tirate fuori la vostra vera essenza. E non scoraggiatevi se il risultato non corrisponde alle vostre aspettative. Continuate a “Massaggiare l’immaginazione” e i risultati non si faranno attendere.”
 
A questo punto mi sembra chiaro che ti consiglio caldamente di acquistare “La mia mamma sta con me” – Conciliare famiglia e lavoro grazie a Internet – e di farti ispirare :-). 
 
Buona lettura!
 
A presto, 
 
Adele
 
 
 
 
 
 
 
 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *