Sfida a colpi di poesia: “I figli” di Gibran

ID-100255307

Ho sempre preferito la prosa alla poesia, ma ce n’è una che, soprattutto da quando sono diventata mamma, mi emoziona davvero: I figli, di Khalil Gibran.
Oggi ho ricevuto una sfida a colpi di poesia e ho subito pensato a lei 🙂
Sono stata sfidata da Dabimboamamma (www.dabimboamamma.wordpress.com) e in pratica funziona così: si hanno 24 ore di tempo da quando si riceve la comunicazione per rispondere alla sfida pubblicando una poesia e per lanciare la proposta ad altri 5 blog. Se non si accetta la sfida, si deve regalare un libro a chi ci ha sfidato. 

Io sfido: MammaMoglieDonna – www.mammamogliedonna.it

Galline Volanti (Silvia Sai) – www.gallinevolanti.com
BABBOnline – www.babbonline.blogspot.it
MilkBook – www.milkbook.it e 
KeVitaFarelamamma -www.chevitafarelamamma.blogspot.it

Ecco come rispondo alla sfida:


“E una donna che reggeva un bimbo al seno disse, parlaci dei Figli.

E lui disse:
I vostri figli non sono figli vostri.
Sono i figli e le figlie della brama che la Vita ha di se stessa.
Essi vengono attraverso voi ma non da voi,
e sebbene siano con voi non vi appartengono.
Potete donare loro il vostro amore ma non i vostri pensieri.
Poiché hanno pensieri loro propri.
Potete dare rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime,
giacchè le loro anime albergano nella casa di domani,
che voi non potete visitare neppure in sogno.
Potete tentare d’esser come loro, ma non di renderli
come voi siete.
Giacchè la vita non indietreggia nè s’attarda sul passato.
Voi siete gli archi da cui i vostri figli, 

come frecce viventi, sono scoccati innanzi.
L’Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito,
e vi tende con la sua potenza affinchè le sue frecce possano
andare veloci e lontano.
Sia gioioso il vostro tendervi nella mano dell’Arciere;
poiché se ama il dardo sfrecciante,
così ama l’arco che saldo rimane.”


Khalil Gibran


Vi piace?


A presto,


Adele

Commenti

commenti

Un pensiero su “Sfida a colpi di poesia: “I figli” di Gibran

  1. Pingback: Sfida a colpi di poesia: Si può

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *