Come proteggersi dai pidocchi, senza fatica

hedrin.001

Ci è successo una volta sola, ma in un momento critico: la mattina in cui dovevamo partire per il mare…

Il giorno prima eravamo stati al lago e i bambini avevano giocato tutto il giorno nell’erba.

La mattina dopo, ecco che ci siamo: i bambini che si grattano la testa continuamente e io che ad un tratto mi sono vista non più in viaggio per il mare, ma…

Vai in farmacia e compra shampoo, schiuma e pettinino per debellare i pidocchi, fai subito un trattamento ai bimbi, lava tutto a 60°, chiudi in sacchi di plastica quello che non puoi lavare, controlla anche i tuoi capelli e quelli del papà, sperando di non trovare sorprese.

Per fortuna che ho due maschi con i capelli corti, non oso immaginare lo stesso problema con una bimba dalla lunga chioma!

Insomma, una tortura. Tra l’altro, naturalmente, ho poi dovuto portare tutto il necessario per il trattamento anche al mare, uno stress che in vacanza avrei volentieri evitato.

A settembre, poi, poco dopo l’inizio di scuola e asilo, arriva la comunicazione sull’infestazione di pidocchi che ha colpito la scuola, puntualmente. E così, all’improvviso, cominci a guardare con sospetto i capelli, le giacche e i cappelli dei tuoi figli.

Come sempre, credo che prevenire il problema sia la cosa migliore, e per questo sto usando lo spray protettivo Hedrin, senza agenti chimici nè insetticidi, quindi senza controindicazioni. Ha un buon profumo di arancia e mango, non unge ed è molto comodo.

La comodità sta nel fatto che si può applicare sia su capelli asciutti sia bagnati, e che non ha bisogno di risciacquo; in pratica, è veloce e semplice da usare e va applicato regolarmente – almeno un paio di volte alla settimana – per proteggere in modo efficace i capelli dei bambini.

Mi è piaciuta la reazione dei miei figli la prima volta che ho usato con loro Hedrin dopo la doccia: prima hanno ispezionato la confezione, e i due ragazzi vestiti da supereroi li hanno conquistati, poi ne ho spruzzato un po’ nel lavandino e il profumo gli è piaciuto. Ok mamma, puoi mettercelo. Grazie ;-).

I miei bambini hanno la pelle molto delicata, soprattutto il quattrenne, e per questo sono stata attenta nel controllare che non ci fossere reazioni strane sulla cute. Lo sto usando da un po’ e non ho riscontrato alcun problema, anzi, Fabio mi ha detto:

“Allora mamma, scrivi:

  • ha un buon “sapore”

  • non mi dà fastidio

  • ci troviamo bene”

Beh, più chiaro di così!

Tra l’altro, è adatto anche a bimbi molto piccoli, dai sei mesi in su, è clinicamente testato e agisce eliminando gli eventuali pidocchi, impedendo che si verifichi l’infestazione.

Mai come con i pidocchi, credo che la prevenzione sia la miglior cura!

Tu come proteggi i tuoi bambini?

A presto,

Adele

#hedrin consiglia: “Contro i pidocchi, usa la testa”!

 

 

 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *