Litigi tra fratelli: intervenire o no?

litigi bambini.001

I miei bambini, 5 e 6 anni, vanno d’accordo per la maggior parte del tempo, ma, naturalmente, ogni tanto scoppia la polemica, solitamente per un gioco conteso o per il fatto che uno dei due non segue le regole dell’altro.

Certe volte sembra impossibile riuscire a non immischiarsi quando i nostri figli litigano. Uno inizia a piagnucolare “Ha iniziato lui! Mamma, sgridalo!” e l’altro ribatte “Non è vero, è stata lei!” Tu stai lì in mezzo, contesa tra i due e cercando di elaborare velocemente qualcosa di sensato, e risolutivo, da dire…cosa decisamente complicata da mettere in pratica, soprattutto quando non sai esattamente come sono andate le cose.

La rivalità tra fratelli ha una cattiva reputazione, tuttavia in realtà possiede più di un aspetto positivo. Perché?

Discutendo su questioni legate alla quotidianità, i fratelli hanno l’opportunità di sviluppare la competenza di negoziazione e del “fare pace”, solo però se permettiamo loro di esprimere i loro differenti punti di vista in autonomia, senza il nostro intervento.

Tratteniamoci quindi dal chiedere con aria inquisitoria “Chi ha iniziato?”, solo per la forza dell’abitudine. Stiamo fuori dal litigio, a meno che qualcuno si stia facendo male.

Ogni bambino desidera che il genitore stia dalla sua parte, ovviamente; invece di spalleggiare qualcuno, però, cosa sarebbe meglio fare? Restare calmi e neutrali:

“Sono sicura che possiate arrivare a una soluzione da soli. Potrebbe non piacervi l’idea di cedere su qualcosa o di non poter fare come vi pare, ma so che siete in grado di venirne a capo lavorandoci su, insieme.”

Quindi, allontaniamoci.

Quando non ci lasciamo coinvolgere nei loro litigi, i bambini spesso si dimostrano capaci di risolvere da soli il problema. Tra l’altro, se raggiungono un compromesso, sarà molto più probabile che ciascuno di loro vi si attenga, dato che l’hanno deciso insieme. In questo caso, ognuno sente di aver contribuito alla soluzione, e non di subirla come imposta da qualcun altro.

Inoltre, è probabile che un litigio tra fratelli si accenda ancora di più quando il genitore dà ragione a uno piuttosto che all’altro; quando, invece, il giudizio di mamma e papà su chi abbia ragione viene eliminato, ecco che i fratellini hanno un motivo in meno per litigare!

I tuoi bambini per cosa litigano? E tu come intervieni?

A presto,

Adele

Scopri “Mamma, io valgo!”: idee e consigli pratici per l’autostima di tuo figlio

E se vuoi conoscere il Percorso di MammeImperfette per crescere figli sicuri disse,a autonomi e capaci di essere felici, registrati QUI e ricevi subito gratis 3 video 🙂

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *