autostima Comunicazione intelligenza emotiva Resilienza

25 IDEE PER INSEGNARE LA RESILIENZA AI TUOI FIGLI

Ho trovato questo articolo di Chelsea Lee Smith sul sito creativewithkids.com e ho pensato di tradurlo, perché contiene tanti spunti interessanti su come insegnare la resilienza, che è la capacità di affrontare e superare un momento difficile, una crisi, un evento traumatico, senza “spezzarsi” psicologicamente, e magari uscendone anche più forti.

Questa che leggerai non è la solita lista di cose da fare o da non fare, ma una serie di spunti per riflettere su come puoi insegnare la resilienza ai tuoi figli nelle interazioni di ogni giorno:

  1. Dai indipendenza a tuo figlio; lasciagli provare nuove cose, come arrampicarsi al parco giochi o aprire un barattolo, anche se pensi che sia troppo difficile per lui.
  2. Incoraggia tuo figlio a servire gli altri, oppure, per esempio, a dare precedenza a un altro bambino quando viene condiviso del cibo.
  3. Dai a tuo figlio l’opportunità di aspettare con pazienza quando è necessario, per esempio al ristorante o durante un viaggio in auto; non dargli sempre qualcosa per intrattenersi.
  4. Mostra a tuo figlio che vale la pena prendere una buona decisione a lungo termine, anche se non è la più semplice, come ad esempio scegliere cibo sano invece del cibo spazzatura, anche se ci vuole più tempo per prepararlo.
  5. Non dare a tuo figlio qualsiasi cosa materiale lui chieda (cibo, giocattoli, vestiti), anche se “Ce l’hanno tutti”.
  6. Permettigli di regalare abitualmente vestiti e giocattoli ad associazioni caritatevoli, e insegnagli che le cose materiali sono solo strumenti e non risposte per raggiungere la felicità.
  7. Dai a tuo figlio l’occasione di aiutare bambini più piccoli, iniziando in modo semplice, per esempio mostrando loro le immagini di un libro illustrato.
  8. Insegnagli a vedere le battaglie come sfide da superare , non come prove da evitare, e insegnagli frasi come “Passerà anche questa” oppure “Ogni sfida ti rende più forte” per dare forza a questa prospettiva.
  9. Incoraggia tuo figlio ad avere un atteggiamento positivo nei riguardi dei lavori domestici o dei compiti, aiutandolo a trovare modi creativi e divertenti di affrontarli.
  10. Se tuo figlio è più grande, dagli l’occasione di aspettare i pasti principali per mangiare, invece di fare continue merende.
  11. Ricordagli di essere paziente con fratellini e sorelline che si impossessano dei loro giochi, e insegnagli che le relazioni sono più importanti delle cose.
  12. Aiuta tuo figlio ad autocontrollarsi nell’utilizzo dei dispositivi elettronici per intrattenersi, dimostrandogli che anche tu ti poni dei limiti.
  13. Permetti a tuo figlio di sperimentare temperature “estreme”, vestendosi adeguatamente, piuttosto che sfuggire ai climi sfavorevoli.
  14. Resisti all’istinto di correre immediatamente da tuo figlio quando lo vedi in difficoltà, per esempio nel vestirsi o nel mangiare da solo.
  15. Non permettere a tuo figlio di interrompere gli adulti quando stanno parlando tra loro; piuttosto aiutalo, in base alla sua età, a imparare ad aspettare il suo turno.
  16. Dai a tuo figlio tante opportunità di condividere le sue cose o il cibo, per esempio invitando spesso ospiti a casa e creando occasioni per esercitare la generosità.
  17. Fai in modo che possa vivere nuove esperienze che lo portino ad uscire dalla sua zona di confort, come giocare con bambini che parlano un’altra lingua o assaggiare nuovi cibi.
  18. Quando hai posto un limite, non cedere, che si tratti di quanto tempo può guardare la tv o di quanti dolci può mangiare.
  19. Quando tuo figlio vuole trovare qualcosa, lascia che lo cerchi.
  20. Insegna a tuo figlio il prima possibile ad essere responsabile dei suoi vestiti: dividerli, metterli a lavare, rimetterli a posto, incluso il lavarli a mano e stenderli ad asciugare.
  21. Incoraggia tuo figlio a fare del suo meglio a scuola, anche quando questo significa dedicare più tempo del previsto allo studio .
  22. Chiedi che si assuma le sue responsabilità anche quando non ne ha voglia: rifare il letto, farsi la doccia, dar da mangiare agli animali domestici, lavarsi i denti.
  23. Quando tuo figlio desidera tanto avere qualcosa, insegnagli ad essere grato e a trovare il meglio in ogni situazione.
  24. Lascia che tuo figlio viva i sentimenti che prova, anche quando sono impegnativi, e non sminuire mai le sue emozioni; aiutalo piuttosto a mantenere la giusta prospettiva con frasi come “Ogni sfida mi rende più forte” o “Dopo il temporale arriva l’arcobaleno”.
  25. Permetti a tuo figlio di considerare la realtà in cui vive nella giusta prospettiva, facendo volontariato o mettendosi al servizio di persone che non hanno la sua stessa qualità di vita.

Che cosa ne pensi?

A presto,

Adele

Comments

comments

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.