Ecco cosa serve per trasmettere fiducia

Two boys and two girls doing together wooden puzzle

Avere fiducia in noi stessi è essenziale, saperla trasmettere agli altri lo è altrettanto. In questo caso parliamo di fiducia esteriore: la fiducia che ci fa apparire e comportare in un modo che rivela agli altri la nostra fiducia in noi stessi.

 
Sempre pensando ai nostri figli, tutti noi vorremmo che sviluppassero entrambi i tipi di fiducia, che si sostengono naturalmente a vicenda.
 
Ma di quali competenze ha bisogno tuo figlio, per dimostrare al resto del mondo di avere una sana e solida fiducia in se stesso, che gli darà più possibilità di crearsi una vita personale e sociale appagante?
 
Le competenze riguardano in sostanza quattro ambiti:
 
1. La comunicazione
2. L’assertività
3. La capacità di presentarsi
4. Il controllo emotivo
 
Perché a tuo figlio, e a tutti noi, servono buone competenze in questi campi?
 
Prova a pensare…
 
1. Con buone capacità comunicative, tuo figlio saprà essere un buon ascoltatore, dote rara e preziosa, e sarà in grado di conversare con persone di tutte le età ed estrazione sociale, in modo amichevole, naturale e adeguato alle circostanze.
 
Saprà dare la giusta importanza, che è molta, al linguaggio non verbale, in modo da saperlo usare in modo adeguato e da riuscire a interpretare correttamente quello degli altri.
 
Essere un buon comunicatore significa anche saper parlare in pubblico senza farsi paralizzare dall’ansia, dote che, sul lavoro ma anche nella vita personale, può produrre molti vantaggi.
 
2. Comunicare in maniera assertiva vuol dire saper chiedere in modo efficace, non aggressivo o passivo, ciò che si desidera o di cui si ha bisogno. 
Significa esprimere i bisogni in modo semplice e diretto, battersi in modo consapevole per i propri diritti e quelli altrui.
Significa saper fare e ricevere complimenti con tatto – invece di rifiutarli con falsa modestia – e saper fare e ricevere critiche costruttive, protestando, quando è il caso, in modo efficace.
 
3. “Sono solo i superficiali a non giudicare dalle apparenze” diceva Oscar Wilde.
 
Comunque tu la pensi, la capacità di presentarsi e di fare una buona prima impressione è molto importante, anche per mostrarsi agli altri come persone sicure di sé. 
Saper valorizzare il proprio aspetto, i propri punti di forza e la propria personalità non è cosa da tutti. 
Costruirsi uno stile personale, e farlo guadagnandosi credibilità e fiducia degli altri, non è cosa da poco.
 
4. Certamente è bello e sano, spesso, lasciarsi guidare dal cuore, ma nella vita quotidiana molte volte dobbiamo riuscire a controllare le nostre emozioni, in particolare quelle negative.

Imparare a controllare e gestire le emozioni è senza dubbio una competenza fondamentale, perché, se non sappiamo gestirle, le emozioni possono esercitare su di noi un potere enorme e imprevedibile, non sempre in positivo..

Se tuo figlio sa controllare le emozioni avrà maggiore fiducia in se stesso e saprà affrontare e gestire le sfide, dato che saprà controllare paura, ansia, frustrazione.

Saprà che la tristezza non va nascosta, ma che va affrontata e superata. 
Saprà che la rabbia è un sentimento lecito, ma che non tutti i modi di esprimerla lo sono.

Saprà essere spontaneo, senza paura di esserlo, e andrà alla ricerca di esperienze e relazioni in cui poter vivere sentimenti veri e appaganti.

Se ti stai chiedendo come puoi fare ad aiutare tuo figlio a sviluppare queste competenze…ne parleremo presto qui sul blog, stay tuned! 🙂
Scopri “Mamma, io valgo!”: informazioni e consigli pratici per l’autostima di tuo figlio

E se ti va di approfondire e trovare nuovi spunti per l’educazione di tuo figlio, registrati QUI e ricevi gratis tre video di MammeImperfette 🙂

A presto,

Adele


 
 
 
 
 

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *